Via N. Rembado 179A - Tovo S.Giacomo (Sv)
Chiamaci:        Tel: 019 6375548

Colomba Pasquale, dolce nel sapore e nel significato

Per la sua forma è simbolo di pace amore e, associata all’uovo, rappresenta invece la Resurrezione: la Colomba Pasquale è dolce nel sapore e nel significato.
Scoprila nella nostra news!

Oggi vogliamo parlarvi della Colomba Pasquale, il dolce tipico che produciamo artigianalmente e che potete trovare presso le nostre panetterie e pasticcerie Il tuo Amico Pane a Pietra Ligure, Tovo San Giacomo, Borgio Verezzi e Finale Ligure.

La Colomba Pasquale è di una dolcezza e bontà strepitosa e non può mancare sulle tavole italiane durante il periodo della Pasqua, che si sta avvicinando.
Come di consueto, vogliamo parlarvene in una chiave più “culturale”, perché crediamo sia bello conoscere anche le più antiche tradizioni e il perché di tante preparazioni che consumiamo abitualmente.

Wikipedia dice che si tratta di un dolce tipico italiano che ha due versioni con uno stesso nome: il primo è quello inventato in Lombardia negli anni 30 dal famoso marchio Motta, l’altro di più antica tradizione è diffuso in Sicilia (chiamato anche “palumeddi”).
Quel che conta è che entrambe le tipologie di Colombe Pasquali sono inserite nei Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani (P.A.T.) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) e riconosciute come tipiche dei rispettivi territori della Lombardia e della Sicilia.

Noi, nelle nostre panetterie e pasticcerie, produciamo la Colomba Pasquale più famosa, ovvero quella tipo milanese.
Ma lo sapete che intorno a questo prodotto dolciario tipico della Pasqua si sono sviluppate tante leggende e storie?
Incredibilmente la golosità della Colomba Pasquale ha scatenato la fantasia di molti e c’è chi la vuole legata alla Lombardia, perché lì sono ambientare tutte le leggende che ne parlano.

Ben tre distinte versioni sull’origine lombarda della Colomba Pasquale

  • Intorno al 610 a Pavia la regina Teodolinda offrì a un gruppo di pellegrini irlandesi, guidati da San Colombano, della selvaggina, che rifiutarono perché erano in periodo di Quaresima. San Colombano, per non offendere la regina, benedì la selvaggina e la trasformò in candide colombe di pane.
  • Facciamo un balzo indietro nel tempo fino al 572, sempre nella Pavia longobarda come scenario, ai tempi del re Alboino.
    Proprio lui, valicate le Alpi, mosse guerra all’Italia bizantina assediando Pavia per tre anni lunghi anni, vincendo la battaglia e riuscendo ad entrare in città.
    I Pavesi, per evitare ulteriori barbarie, regalarono soffici dolci a forma di colomba. Un gesto di pace che, secondo la leggenda, evitò il saccheggio e valse a Pavia il titolo di capitale del neonato regno.
  • Questa volta andiamo avanti fino al 1176, durante la battaglia di Legnano e la clamorosa vittoria dei Comuni della Lega Lombarda sull’Imperatore germanico Federico Barbarossa.
    Si narra che un condottiero del carroccio vide due colombi posarsi sopra le insegne della Lega e per infondere coraggio ai suoi uomini, fece confezionare dai cuochi dei pani a forma di colomba, a base di uova, farina e lievito.

Ma dove è nata veramente la Colomba Pasquale?

Non è finita, perché la paternità della Colomba Pasquale non viene attribuita solo alla Lombardia.
Altre leggende infatti la attribuiscono al Veneto.
Proprio in Veneto esiste una variante della fugassa o focaccia, che nella Serenissima è stato sempre associato ai dolci, con la forma di una colomba.

Di certo sappiamo che la Colomba Pasquale che conosciamo e consumiamo  ha origini molto più recenti, legate al pubblicitario mantovano Dino Villani, che negli anni 30 a Milano consigliò alla Motta di sfruttare i macchinari per la produzione del famoso Panettone, per creare un nuovo dolce pasquale con una ricetta molto simile. Eccola la nostra dolcissima Colomba Pasquale!

Ma … c’è un ma …. In Veneto già a fine 800 c’era la “fugassa” a forma di colomba, quindi Dino Villani ha solo avuto l’intuizione di rendere questo dolce più commerciale….
Non lo sappiamo, ma se desideri sapere quanto sia buona la Colomba Pasquale di nostra produzione, ti aspettiamo nei nostri punti vendita Il tuo Amico Pane  a Pietra Ligure, Tovo San Giacomo, Borgio Verezzi e Finale Ligure!

 

Condividi

Share on facebook
Share on print
Share on email